L’AZIENDA

Sgambaro è uno storico pastificio veneto fondato nel 1947 da Tullio Sgambaro. Forte di un sapere trasmesso di generazione in generazione all’interno della famiglia, l’azienda punta a portare sulla tavola degli italiani una pasta buona, sana e sicura. Con questo chiaro obiettivo, Sgambaro è stato il precursore tra i pastifici di medio-grandi dimensioni del grano duro a km 0 e del controllo di filiera, quando nel 2001 ha deciso di rifornirsi esclusivamente di grano duro italiano certificato e intessere rapporti diretti con gli agricoltori locali. Una scelta che valorizza l’agroalimentare italiano e, azzerando gli spostamenti fra siti produttivi con l’integrazione del molino nel pastificio, garantisce una metodologia di lavoro rispettosa dell’ambiente.  

AL FIANCO DEGLI AGRICOLTORI PER UNA PASTA BUONA SIN DAI CAMPI 

Lo stretto rapporto con gli agricoltori italiani è stato fondamentale nella selezione del grano duro Marco Aurelio come monovarietale per la linea “Etichetta Gialla” di Sgambaro: un progetto lungo quindici anni che ha visto anche la collaborazione di Stefano Ravaglia, ricercatore della Società Italiana Sementi (SIS). 

Il Marco Aurelio si distingue per il suo colore ambrato, l’elevata elasticità del glutine e, ovviamente, la bontà. La lavorazione presso il pastificio Sgambaro, una delle poche realtà medio-grandi ad avere il mulino interno, segue processi che rispettano le caratteristiche organolettiche e sensoriali del grano: i chicchi sono macinati senza essere surriscaldati, mentre alla trafilatura in bronzo segue una lunga fase di essicazione della pasta a bassa temperatura. L’eccellenza del grano duro Marco Aurelio arriva quindi integra in tavola e la pasta Etichetta Gialla esalta ogni ricetta. 

ORGANIZZAZIONE CLIMATE POSITIVE

Nella convinzione che il benessere dei consumatori sia strettamente legato a quello dell’ambiente in cui vivono, Sgambaro lavora da sempre con un approccio volto a ridurre le emissioni di CO2. Nel 2020 ha fatto un passo ulteriore, iniziando un percorso di dieci anni per rendere la responsabilità ambientale uno dei pilastri della propria strategia di business: l’obiettivo è diventare entro il 2030 “organizzazione climate positive”, impegnata cioè a “lasciare il mondo migliore di come l’ha trovato”. Si tratta di un processo impegnativo che richiede un piano strutturato e di lungo periodo, con chiari step e obiettivi da conseguire di anno in anno. In questo percorso, l’azienda veneta è affiancata dalla società di consulenza ETIFOR, spin-off dell’Università di Padova: il primo passo necessario per contrastare la crisi climatica e le sue conseguenze è ridurre le emissioni di anidride carbonica, ripensando strategie e processi aziendali; quello successivo è prendersi cura delle foreste, crescendo nuove piante o proteggendo i boschi adulti. Per rispondere a questa necessità Sgambaro supporta le iniziative dell’organizzazione WOWNature: tra i primi progetti sostenuti ci sono la piantumazione di 1.000 alberi presso il Parco Nord di Milano e lungo la nuova Ciclovia Treviso-Vicenza, e il miglioramento e ripristino delle foreste di Enego colpite dalla tempesta Vaia nel 2018.

L’ECCELLENZA DELLA PASTA 100% ITALIANA

La passione per la qualità del cibo e il benessere ha portato Sgambaro alla creazione di un prodotto italiano lavorato in diverse forme e gusti, capace di soddisfare le esigenze di tutti. Accanto alla pasta d’eccellenza Etichetta Gialla con grano duro 100% italiano Marco Aurelio, declinata in numerosi formati dagli spaghettini alle mezze penne, l’offerta di Sgambaro include la linea Etichetta Bio prodotta con grani e cereali speciali: farro dicocco e monococco, quinoa e grano integrale, oltre al grano khorasan Kamut®. Per i più piccoli, ha studiato la linea MiniCuccioli.