Il 13 marzo si terrà l’evento “CareReady Mobile Diagnostic” a Villanova di Camposampiero. Perché il Comune ha deciso di ospitare questo appuntamento dedicato alla prevenzione del tumore al seno?

Perché da sempre la nostra Amministrazione crede nella prevenzione. Grazie alla straordinaria generosità delle imprese del nostro territorio e alla bellissima partnership instaurata con “Prevenzione è vita” siamo felici di poter dare la possibilità alle nostre concittadine di usufruire di 50 mammografie e/o ecografie gratuite. L’iniziativa era in programma nell’annualità scorsa, ma le restrizioni Covid ci avevano obbligato a sospendere tutto. Tuttavia, appena il Governo ha autorizzato la riattivazione di queste iniziative ci siamo subito fatti trovare pronti.

È la prima volta che il Comune ospita un evento di questo tipo?

Sì, di questo tipo è la prima volta e ne siamo particolarmente orgogliosi. 

Come pensate verrà accolta dalla comunità quest’iniziativa?

Possiamo già dire che l’iniziativa è stata accolta con molto entusiasmo, abbiamo anticipato l’evento sui social riscuotendo subito grandi apprezzamenti. Tutto ciò ci fa molto piacere per una ragione in particolare: le persone hanno compreso l’importanza della prevenzione.

Quanto è importante partecipare? (risponde l’Assessore Pagetta)

La prevenzione è l’arma di battaglia più efficace, controllarsi periodicamente permette di diagnosticare un tumore al suo inizio: intervenire in tempo significa salvare la propria vita. Sottolineo che noi donne abbiamo acquisito questa consapevolezza che è legata alla nostra particolare predisposizione alla cura di sé e del prossimo, ma è bene ricordarlo sempre: partecipare a queste iniziative è molto importante.

Come l’emergenza Coronavirus ha impattato sulle attività di prevenzione?

Quest’anno la pandemia ha purtroppo ridotto e, per alcuni periodi, sospeso le attività di screening e questo è un problema molto grave, perché sappiamo bene che il tumore al seno e altre patologie sono tanto guaribili quanto prima vengono diagnosticate. In generale, quando vengono a mancare i sistemi di prevenzione si arriva diagnosticare una patologia quando manifesta i sintomi, ma potrebbe essere è troppo tardi e questo non lo possiamo permettere nel 2021.Temiamo, quindi, che il Covid, oltre a tutte le morti dovute all’infezione, nei prossimi anni possa determinare ricadute determinate da altre patologie, che fino a prima dell’emergenza i medici riuscivano ad intercettare fin dagli stadi iniziali. Crediamo che tutte le Istituzioni dovranno riorganizzare i sistemi sanitari. Queste iniziative risultano ancora più importanti perché aiutano il sistema sanitario, la popolazione e le ricadute anche economiche sul futuro.

Quanta attenzione ha la vostra Amministrazione comunale per il tema della salute e perché?

Moltissima! La salute è un bene comune importante in tutte le età e in tutte le fasi della vita di una persona, dal concepimento fino alla terza, quarta età. Non c’è cosa più bella di invecchiare in ottima salute, ciò aumenta la qualità della vita, generando degli effetti formidabili nella famiglia, nell’istruzione, nel lavoro, nella programmazione dei servizi sanitari. Proprio per questo da sempre periodicamente organizziamo incontri pubblici di approfondimento beneficiando dell’assistenza gratuita di molti medici specialisti. Abbiamo una particolare attenzione per la terza età, ma anche per le donne: che mondo sarebbe senza le donne?                                                                        

Qual è l’invito che rivolgete ai cittadini e in questo particolare caso alle cittadine?

Invitiamo le nostre concittadine a partecipare, senz’altro, ma al tempo stesso chiediamo loro di darci una mano per far comprendere l’importanza della prevenzione ai propri mariti, ai propri fidanzati, figli, padri, fratelli, ecc. Ci rivolgiamo a loro perché le donne, anche da questo punto di vista, sono molto più brave degli uomini, più coraggiose e più sagge! 

Articolo di Maria Chiara Pellizzari