“Da sempre siamo vicini al territorio locale e a progetti di sostenibilità sociale”. È la filosofia di Triveneto Srl, che ha scelto di aderire al progetto “CareReady Mobile Diagnostic”, sostenendo l’iniziativa di screening per la prevenzione del tumore al seno che approderà a Cornuda il 12 marzo

Qual è il messaggio che Triveneto Srl vuole lanciare sostenendo quest’evento?
Pensiamo che ogni azienda, nei limiti delle proprie possibilità, debba dare un contributo allo sviluppo del paese che la accoglie. Iniziative volte a “prevenire” piuttosto che a “curare” dimostrano la vera visione di un sistema Paese. Abbiamo ancora strada da fare in tal senso.

Quanto conta la responsabilità sociale di un’impresa per lo sviluppo e il benessere di un territorio?
L’azienda non deve sentirsi carica di responsabilità sullo sviluppo sociale territoriale, deve essere eventualmente d’aiuto per l’amministrazione comunale nei processi di sviluppo voluti dai cittadini.

Quella con WelfareCare è la prima partnership che stringete sul tema della prevenzione?
Sì.

Come pensate verrà accolta questa iniziativa dalla comunità?
Pensiamo che il mondo femminile sia sensibile a certi argomenti più del mondo maschile. Confidiamo ci sia un buona risposta a questa iniziativa di prevenzione.