Tre Agenzie Generali di Verona in rete per sostenere come Main Partner l’iniziativa “CareReady Mobile Diagnostic – la Mammografia e l’Ecografia gratuita” oggi, 24 giugno, al centro commerciale Adigeo di Verona.  Le Agenzie Generali Verona Fiera, Verona Simoni e Verona Lessinia hanno scelto di investire nel progetto per dare alle donne del territorio la possibilità di sottoporsi gratuitamente ad una visita specialistica con consegna immediata del referto. L’adesione a quest’iniziativa dimostra la sensibilità verso i temi della salute, del benessere e della qualità della vita. Sono temi che l’emergenza Coronavirus ha fatto emergere in modo ancora più evidente nella loro importanza.

Qual è il messaggio che volete lanciare attraverso quest’evento?

Generali Italia, tra le più grandi realtà assicurative in Italia, ha dimostrato e dimostra continuamente di essere Partner di Vita delle famiglie italiane. Oggi più che mai, lo vogliamo testimoniare partendo anche dalla prevenzione sanitaria con questa iniziativa tangibile dedicata alle donne, a prova della nostra attenzione per l’universo femminile, vero fulcro e autentico perno nelle relazioni familiari.

Perché avete scelto di investire in questo evento a servizio delle donne del vostro territorio?

Perché siamo consapevoli che l’incidenza del tumore al seno è ancora alta e solo attraverso una consapevole e capillare prevenzione sia possibile stroncare questa subdola patologia.

Quanto conta la responsabilità sociale delle imprese per lo sviluppo e il benessere di un territorio?

Oggi le imprese rivestono un ruolo primario all’interno del tessuto economico e sociale, un impegno che deve essere tradotto in qualcosa di concreto. Un mezzo per riuscirci potrebbe essere rappresentato da politiche di sensibilizzazione rivolte ai lavoratori e alle loro famiglie, come ad esempio sui temi del Welfare sanitario, previdenziale e pensionistico, o con sostegni diretti, piani welfare e campagne di sensibilizzazione come quella del 24 giugno.

Quella con WelfareCare è la prima partnership che stringete sul tema della prevenzione?

Si, ma anche altre agenzie sul nostro territorio hanno sostenuto iniziative simili con la LILT (Lega Italiana per la Lotta ai Tumori). Per portare un esempio, il 5 giugno scorso si è svolto un evento a Cittadella organizzato dalle Agenzie di Castelfranco Veneto e Cittadella Borgo Padova. LILT, poi, a discrezione dell’adesione delle agenzie porterà avanti questo percorso di prevenzione anche a settembre con ulteriori tappe sul territorio veneto.

Come pensate verrà accolta questa iniziativa dalla comunità?

Pensiamo positivamente, come tutte le campagne che partono dal cuore e dall’idea di fare del bene alla Comunità, attraverso un segno concreto finalizzato ad alzare il livello di attenzione su un tema così importante come la prevenzione sanitaria.