Thélios Spa ha aderito come partner all’iniziativa CareReady Mobile Diagnostic, sostenendo la clinica mobile che mercoledì 21 aprile ha consentito a 50 donne di Longarone di sottoporsi a mammografie ed ecografie gratuite con consegna immediata del referto.

Abbiamo intervistato per l’occasione Alessandra Cerentin, Direttore Risorse Umane di Thèlios Spa. 

Perché Thèlios Spa ha scelto di investire in quest’iniziativa?

“L’adesione a questo progetto è nata dalla volontà di dare l’opportunità alle donne del nostro territorio  e alle collaboratrici della nostra azienda di accedere a misure di prevenzione in un periodo in cui le strutture ospedaliere sono impegnate a fronteggiare emergenze legate al Covid 19. Per partecipare agli screening del tumore al seno c’è una lista d’attesa, la situazione è critica: anche per questo motivo, non appena ci è stata presentata la vostra iniziativa, non abbiamo esitato nel comunicare la nostra adesione».

Com’è strutturata la vostra realtà in termini di presenza femminile?

Il 50 per cento delle oltre 500 persone che lavorano in Thèlios Spa sono donne. L’età media è intorno ai 35 anni, ma anche se la fascia d’età delle nostre collaboratrici è border line rispetto al target di donne che partecipano allo screening del tumore al seno (dai 35 ai 49 anni) abbiamo riscontrato un grande interesse rispetto all’opportunità di prevenzione proposta. Infatti, non appena sono stati aperti i posti riservati alle nostre collaboratrici, le disponibilità sono state coperte. Questa è la conferma che sul tema della prevenzione c’è grandissima attenzione anche da parte di ragazze giovani».

Quella con WelfareCare è la prima partnership stretta da Thèlios sul tema della prevenzione?

La salute è un tema centrale per la nostra azienda, prova ne è che appena ci siamo trovati davanti all’emergenza Covid abbiamo subito attivato l’assicurazione medica per dare supporto al personale in caso di eventuale infezione. Abbiamo attivato coperture sanitarie in misura maggiore rispetto a quanto previsto dal sistema sanitario nazionale. Con WelfareCare è invece la prima volta che proponiamo esami diagnostici dedicati alla prevenzione, un passo in più che 

Come pensate verrà accolta quest’iniziativa dalla comunità?

Immaginiamo che ci sarà un riscontro positivo da parte dell’intero territorio, visto che c’è stato interesse sopra le aspettative da parte delle nostre collaboratrici. Non sappiamo se sia collegato alla crescente sensibilità sul tema della salute in questo periodo, quello che è certo è che la prevenzione è essenziale. 

Quale messaggio vuole lanciare Thèlios “abbracciando” quest’iniziativa?

Un messaggio sulla strategicità della prevenzione e del ruolo sociale delle aziende: in questo momento di difficoltà legata alla pandemia, il ruolo di attore sociale delle aziende nel territorio è emerso in modo evidente, lo sentiamo e ci crediamo fortemente. Il ruolo delle imprese non è volto solo alla produzione di ricchezza per il benessere del territorio ma anche alla creazione di virtuosismi sociali. Vogliamo lanciare un messaggio di positività, sperando che ci siano sempre più iniziative come queste, rendendo accessibili gratuitamente delle visite che possono salvare delle vite e migliorare la qualità della vita.