Il Gruppo Miretti ha scelto di aderire all’iniziativa “CareReady Mobile Diagnostic – La Mammografia e l’Ecografia gratuita” sostenendo l’iniziativa di screening per la prevenzione del tumore al seno che si terrà a Limbiate. 

Perché avete scelto di investire in questo evento dedicato alla prevenzione?

La prevenzione è la base di qualsiasi percorso terapeutico e pertanto deve diventare una prassi abituale da intraprendere con la giusta dose di serenità e di consapevolezza. 

Mai come in questo periodo storicamente così complesso, si è mostrato necessario ribadire l’importanza del “welfare sanitario”. I fatti hanno dimostrato, infatti, che nessuno – purtroppo – può pensarsi immune da problematiche sanitarie. Ed è per questo che la prevenzione, fatta in modo continuativo, è così importante. 

La pandemia ci ha reso più consapevoli del fatto che non bisogna più dare nulla per scontato.

Qual è il messaggio che Miretti vuole lanciare abbracciando questo progetto? 

Una delle frasi che accompagna la Miretti sin dalla sua nascita, nel 1973, è questa: “oltre 45 anni dedicati alla Sicurezza dei lavoratori e all’Ambiente”.  La nostra attività riguarda la protezione degli equipaggiamenti industriali in modalità antideflagrante e i dispositivi di abbattimento fumi con l’obiettivo ultimo di proteggere i dipendenti e salvaguardare l’ambiente circostante.

Nel nostro operato, quindi, è sempre stato ed è tutt’ora molto sentito il concetto di Sicurezza. Lavorando in un ambito così particolare come l’antideflagrante siamo abituati a considerare l’importanza di “informare ed educare” i nostri clienti. 

Anche da questo atteggiamento aziendale nasce la nostra forte sensibilità circa la Prevenzione. Siamo convinti che si debba sempre più educare e far circolare le informazioni per stimolare una maggiore consapevolezza del comune sentire. 

In questo caso specifico, poi, il tema è ancora più delicato perché tocca un argomento medico che purtroppo colpisce ancora oggi un numero elevato di donne di molte fasce d’età.

Quanto conta la responsabilità sociale di un’impresa per lo sviluppo e il benessere di un territorio?

È fondamentale. Sono aspetti che devono procedere di pari passo, all’unisono. Non ci può essere una vera, reale e duratura crescita di business senza, al contempo, la promozione dello sviluppo e del benessere della comunità locale. Il valore etico è, infatti, un elemento determinante all’interno dell’attività aziendale.

Ed è anche per questo che Miretti – nonostante sia un’azienda che negli anni ha saputo espandersi a livello internazionale aprendo sedi produttive e commerciali in tutto il mondo – riconosce l’importanza di mantenere forte il legame con il territorio, con le istituzioni locali e con i cittadini.  

Quella con WelfareCare è la prima partnership che stringete sul tema della salute?

Sì. Si tratta della prima esperienza con WelfareCare e siamo felici di aver intrapreso questa collaborazione. Abbiamo conosciuto la vostra realtà attraverso il Sindaco Antonio Romeo del Comune di Limbiate e abbiamo subito colto l’impegno dell’iniziativa.  

La nostra realtà è da sempre molto sensibile nel fornire il proprio supporto a iniziative dal carattere sociale. Pertanto, quando abbiamo saputo che l’evento CareRady Mobile Diagnostic avrebbe fatto tappa anche a Limbiate abbiamo subito deciso di supportarlo.

Come pensate verrà accolta l’iniziativa dalla comunità? 

Sicuramente l’evento di screening gratuito sarà un’importante opportunità per la comunità locale e siamo conviti che questo appuntamento previsto per il 22 settembre vedrà una partecipazione attiva della popolazione.  Da parte nostra abbiamo provveduto a darne segnalazione in azienda comunicando l’evento ai dipendenti e alle loro famiglie, molte residenti nella zona.