Quando un sindaco ha fatto il terzino di calcio per tanti anni, è appassionato di bicicletta e nel tempo libero ama passeggiare nella natura, non poteva non essere attratto dall’iniziativa “total salute” della Mobile Diagnostic di WelfareCare.

Così, anche a Castello di Godego, farà tappa il tir in rosa della prevenzione tumorale. Nel cuore del paese, dunque, sarà possibile eseguire i test della mammografia gratuitamente in un evento che effettivamente  da subito ha trovato il favore del primo cittadino Diego Parisotto: “Con me quando si parla di prevenzione e di salute si sfonda una porta aperta: fin da giovanissimo sono sempre stato un ragazzo attivo e dinamico, ancora oggi in paese ricordano le mie galoppate in fascia con la maglia della squadra di calcio locale. Sono sempre stato un battagliero e so che prendersi cura di sé stessi è molto importante”. Il sindaco non nasconde che anche in famiglia questo sia un punto sul quale non transige: “Mi capita spesso di sollecitare mia moglie anche solo a dedicarsi una passeggiata in mezzo alla campagna…è molto suggestivo e oltre al proprio fisico fa bene anche al proprio umore”. Ma l’attività fisica non è il solo aspetto che il sindaco predilige, diventa importante anche l’alimentazione: “Mi piace pensare che prendersi cura anche di quello che mangiamo è importantissimo: quindi anche l’alimentazione diventa per noi la prima farmacia”. Un assioma, però, ci confessa, difficile da rispettare quando una persona è primo cittadino di un paese: “Devo dire però che in questi mesi il ruolo che occupo mi ha portato spesso ad andare a destra e a sinistra concedendomi qualche strappo alla regola…del resto incontrare i tuoi concittadini, scambiare con loro qualche parola anche nelle case, magari davanti a due fette di pane e salame…insomma questi ritmi mi hanno portato inevitabilmente a mettere su qualche chilo” scherza.

E così ecco che l’evento della Mobile Diagnostic diventa occasione sul territorio per sensibilizzare i cittadini all’importanza di uno stile di vita sano e alla prevenzione: “Ottobre per diversi aspetti è diventato un po’ il mese della cura “femminile”, chiamiamola cosi, per cui cercavamo anche noi di fare sul territorio un qualcosa che fosse dedicato alle donne e alla loro salute. Non però le solite giornate informative ma proprio un qualcosa di pratico”. Ecco che la clinica mobile di WelfareCare e PrevenzioneVita è stata provvidenziale e ha fatto innamorare il sindaco a prima vista: “Ho avuto l’intuito di scegliere questa iniziativa e devo dire che nella nostra squadra comunale a tutti è da subito piaciuta. Sappiamo come la donna ad un certo momento della sua vita abbia bisogno di maggiori attenzioni, cambia notevolmente la sua sensibilità e naturalmente anche il fisico necessita di un occhio di riguardo in più. Per questo da subito ci siamo sentiti entusiasti di partecipare all’evento. Anche perché lo stesso momento storico è molto delicato: alcuni servizi sanitari sono di fatto sospesi o posticipati a causa di queste misure anti pandemia. Sono convinto proprio per questo che fornire un servizio di questi tipo, oggi, sia un qualcosa di davvero utile che verrà accolto con entusiasmo anche dalla stessa cittadinanza”. 

Una mission che il sindaco ha dunque sposato in particolar modo in un momento così difficile ricco di tensione e carico di stress. Un servizio che, alla luce di quanto accade nella cronaca tutti i giorni, non verrà certo dimenticato dagli abitanti di Castello di Godego.