A 41 anni è amministratore delegato di una delle aziende più importanti nel settore del trattamento e protezione delle superfici, la FILA Solutions.

Alessandra Pettenon è una donna impegnata nell’ azienda di famiglia che, proprio grazie al sesto senso femminile, negli anni ha contribuito a lasciare il segno in una delle aziende che certamente trovano nella forza della famiglia e nell’essenza femminile un plus.

FILA è un’azienda familiare fondata nel 1943 dal nonno di Alessandra e da suo fratello gemello con la produzione del lucido da scarpe cere e detergenti domestici. Gli anni ‘70 sono gli anni della svolta grazie all’intuizione di Beniamino, padre di Alessandra e attuale Presidente, con il supporto della zia Adriana: dai prodotti per la detergenza domestica ai prodotti professionali per la protezione delle superfici. 

Negli ultimi 20 anni Beniamino è affiancato nella conduzione di FILA dalla moglie Anna e dal figlio Francesco che ha contribuito ad un percorso di innovazione e internazionalita’. 

“I nostri prodotti sono raccomandati da oltre 200 produttori nell’industria ceramica e della pietra naturale in tutto il mondo” ci confida con un pizzico di orgoglio. 

Per deformazione professionale, naturalmente, nonostante confessi di essere “disordinata”, Alessandra ama prendersi cura dell’ambiente domestico, ovviamente di sé stessa, e con occhio di riguardo cerca di far collimare le esigenze familiari e della ditta.

Sportiva ma senza esagerare (ogni tanto si concede qualche strappo alla regola in cucina), le piace regalarsi delle lunghe passeggiate in montagna: “Arrivare al traguardo dopo una bella camminata mi piace tantissimo. E poi la natura con la quale si viene in contatto riempie il cuore…e che soddisfazione vedere quanti chilometri e quanto dislivello sei riuscita a percorrere!” sorride.

Si definisce ascoltatrice, paziente, solare e, aggiungiamo noi, anche attenta. Da subito, infatti, quando ha sentito raccontare da altri imprenditori dell’evento Mobile Mammography di WelfareCare, ha voluto proporre la stessa iniziativa anche all’interno della sua realtà lavorativa.  

“Prendersi cura degli altri piuttosto che di sé stesse è una costante della vita di una donna. Per questo – spiega- e perché ne conosciamo benissimo le difficoltà, in azienda cerchiamo di agevolare tutte le donne con orari flessibili in base alle diverse necessità famigliari” confida Alessandra. Ed è proprio per venire incontro ad un aspetto femminile così delicato che ha voluto fare un dono alle sue dipendenti: “Le donne sono il 50% della popolazione aziendale e quando il progetto è stato presentato tutte sono state piacevolmente colpite da questa iniziativa. L’evento è importante perchè mette al centro la loro salute e allo stesso tempo le facilita a fare un esame che magari avevano in previsione di fare ma che rimandavano per mancanza di tempo. Spesso, per chi ha famiglia, non è facile riuscire a fare qualcosa per sè, anche se importante”. 

Questa attenzione al mondo femminile

Il punto di forza di WelfareCare resta di certo la prevenzione come confida Alessandra: “Per me è un’ottima iniziativa che facilmente potrà essere ripetuta. Sappiamo che i numeri delle donne colpite dal tumore al seno sono tante. La prevenzione e il controllo annuale è il modo più efficace per difenderci da questa malattia che ancora oggi colpisce troppe donne e famiglie. Noi come azienda possiamo creare questa situazione per aiutare le donne a fare questo controllo e aumentare la sensibilità. E lo faremo anche in futuro” promette sodisfatta Alessandra.

ARTICOLO di: Gloria Callarelli